Babinski (segno di)

Normalmente, strisciando leggermente sulla pianta del piede con un corpo duro dal tallone fino alle dita, di preferenza in prossimità del margine interno, si ha come risposta una flessione delle dita (riflesso plantare). Quando esiste, invece, una perturbazione nel funzionamento del fascio piramidale, il tipo del riflesso plantare può invertirsi, così da venire sostituito da un movimento di estensione dell'alluce. È questo il cosiddetto segno di Babinski.

Il fenomeno delle dita non si estrinseca sempre nella stessa maniera: ora soltanto l'alluce si estende, mentre le altre dita restano immobili, o si flettono plantarmente; ora tutte le dita partecipano al movimento di estensione, mentre contemporaneamente si adducono. A quest'ultimo fenomeno viene dato il nome di segno del ventaglio.

Bálint-Holmes (sindrome di)

Sindrome caratterizzata da simultaneoagnosia (il paziente sa identificare un solo oggetto per volta senza riconoscere quindi un tutto quand'è formato da parti), aprassia dello sguardo (il paziente non sa dirigere intenzionalmente lo sguardo verso un punto) e atassia ottica (il paziente non sa eseguire i movimenti degli arti sotto la guida dello sguardo). Tale sindrome è dovuta a lesioni parieto-occipitali bilaterali.

Ballismo 

Nella nosografia neurologica, sindrome dovuta a lesione del corpo di Luys e caratterizzata da movimenti involontari, che interessano la muscolatura della metà controlaterale del corpo.

Blindsight

Detto anche fenomeno della visione cieca, consiste nel mantenimento della capacità di localizzare uno stimolo visivo situato nella parte del campo visivo colpita da scotoma e quindi cieca.

Bradicinesìa

Rallentamento di tutti i movimenti volontarî, caratteristico di alcune encefalopatie.

Brudzinski (segni di)

Detti anche segni di irritazione meningea, i segni di Brudzinski  sono essenzialmente di due tipi. Il primo si cerca sul paziente supino a gambe distese e unite, facendogli flettere passivamente il collo in avanti: il segno è ritenuto positivo se con tale manovra, che provoca stiramento delle meningi, il paziente cerca di flettere ginocchia e anche. Il segno di Brudzinski del secondo tipo è associato a flessione passiva di una gamba del paziente supino: la positività si ha se la reazione è un movimento riflesso analogo dell’altro arto.